Quali attrezzature usare per potare l’olivo

Per potare in maniera efficiente l’olivo, è si fondamentale disporre di una buona manualità, ma è altrettanto importante utilizzare attrezzature idonee e in grado di effettuare tagli di qualità.

Se hai la necessità di potare un numero ridotto di piante, puoi benissimo utilizzare le forbici manuali ad una mano con lama a doppio battente. Si tratta di utensili che permettono di effettuare tagli netti e precisi, questo grazie alle lame che non schiacciano ma affondano nel legno. Alcune forbici sono anche dotate di un manico allungabile da poter utilizzare con due mani, queste varianti sono molto apprezzate anche per la potature dei vigneti e sono ideali per tagliare rami con diametri di circa 35 mm. Prima di acquistare un paio di forbici manuali, ci sono però una serie di dettagli a cui bisogna prestare attenzione. Il primo di questi riguarda la robustezza del manico e delle lame. Il mio consiglio è quello di scegliere delle forbici dotate di un manico forgiato in lega leggera, questo materiale rende l’utensile leggermente più pesante ma molto più duraturo nel tempo. Inoltre, è bene orientarsi verso modelli dotati di una impugnatura rotante per una migliore distribuzione della forza di taglio.

Un altro utensile molto diffuso e apprezzato è il troncarami, una sorta di forbice extra large con manici che possono raggiungere gli 80 centimetri di lunghezza. Questo accessorio torna molto utile quando si riesce ad entrare bene all’interno della vegetazione, come quando si ha a che fare con alberi potati in maniera regolare. Un troncarami è spesso realizzato in carbonio o in alluminio, il suo peso può variare dai 600 ai 1300 grammi in base al tipo di materiale utilizzato.

Passiamo adesso all’utensile da me preferito, cioè alla forbice elettrica per potatura. Il suo tratto distintivo riguarda la chiusura delle due lame che non avviene stringendo le classiche maniglie della forbice ma viene svolto premendo un semplice grilletto. Si tratta quindi di un taglio assistito con potenza regolabile tramite un apposito selettore. I modelli professionali riescono a tagliare in maniera efficiente anche sezioni di 45 mm e sono spesso dotati di batterie esterne che garantiscono un’autonomia che può raggiungere anche le otto ore di lavoro. Per ovvie ragioni, il loro peso è abbastanza elevato (1 kg circa) ed è presente un filo che collega la forbice alla batteria. In alternativa si può valutare anche l’acquisto di modelli di livello semi-professionali o domestici. In questo caso la batteria ha dimensioni nettamente inferiori ed è quasi sempre sul fondo dell’impugnatura, dunque è integrata con lo strumento. Detto questo, ti consiglio di utilizzare sempre forbici a batteria di qualità come queste e di affidarti a siti specializzati come giardinopreciso.it

Un altro utensile utilizzato nel settore professionale sono le forbici per potatura pneumatiche. In questo caso stiamo parlando di un accessorio che può essere utilizzato con aste telescopiche in grado di raggiungere altezza fino a 6 metri. E’ importante sapere che l’utilizzo di utensili pneumatici comporta una serie di svantaggi, il primo riguarda la presenza di tubi che potrebbero intralciare il lavoro. Inoltre, nonostante la presenza di sistemi di sicurezza, questi utensili risultano abbastanza pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.