Coppa Italia: il trionfo della Juve; l’11 maggio all’Olimpico la super sfida con i nerazzurri

L’andamento della partita Juve-Fiorentina, con De Sciglio ammunito

La Juve si regala l’occasione per la Coppa Italia contro i nerazzurri, l’11 maggio, all’Olimpico: Allegri ha così la possibilità della sua quinta personale, con i bianconeri. Si tratta della terza vittoria in tre gare stagionali contro la Fiorentina: nelle due gare precedenti, la squadra di Allegri aveva vinto per un pelo, con l’1-0; sta sera è passata con il 2-0. A firmare i gol, Bernardeschi, e due volte Danilo. Stai pensando di ristrutturare casa? Ecco quanto costa.

La situazione generale delle due squadre

Vlahovic c’è; a Dybala tocca la panchina. Nei viola, Milenkovic si arrende causa una sindrome gastrointestinale; al suo posto c’è Quarta. Allegri rinuncia a Cuadrado, dando spazio a Bernardeschi sulla destra come quarto di centrocampo; Italiano, senza Castrovilli, sceglie il tridente composto da Saponara, Cabral e Gonzalez per cercare di ribaltare l’1-0. La Fiorentina comincia decisiva la partita, anche se la Juve dopo si scuote: prima Vlahovic, lancia per Morata, ed è lo stesso attaccantea a presentarsi al tiro, dalla sinistra, con Dragowski.

Il salvataggio di Perin, il gol dell’ex e l’ammonitamento del difensore De Sciglio

Quando è la Fiorentina ad avere la palla, la Juve fa densità nella sua metà campo, meno mobile degli avversari, ma quando si riattiva, Vlahovic e Morata riprendono la velocità. Al 32′, cross di Morata, Biraghi allontana di testa, ma il pallone finisce all’ex Bernardeschi che stoppa di petto e con un sinistro al volo firma il primo gol; al 41′ è Perin a salvare la Juve, dopo un errore di De Sciglio: Cabral tira a botta sicura, il portiere, fresco di rinnovo, respinge la palla con un ottimo riflesso. Nel recupero, il difensore viene ammonito.

Se ti piacciono le scommesse sportive, visita il sito di https://www.fezbet.org/

La squadra avversaria non si arrende, ma la Juve trionfa!

Come già durante il primo tempo, comincia a testa bassa la Fiorentina, che subito vede Perin alle prese con un colpo di testa di Quarta deviato da De Ligt. Nella ripresa, la Juve fatica riguardo la fase offensiva; punizione di Biraghi, poi entra Dybala per Morata: Allegri vuole dare una ventata di freschezza e di ossigeno ad una situazione di stanchezza dopo 45′ molto dispendiosi. Cabral, ostacolato da De Ligt, sfiora il palo con un colpo di testa: la Fiorentina non si arrende. Italiano ed Allegri non si risparmiano nei cambi, mentre Perin è ancora decisivo, finché Danilo non firma un altro gol, al 94′. La Juve, si regala così, l’occasione di conquistare la quindicesima Coppa Italia: ma prima dovrà vedersela con i nerazzurri, il prossimo 11 maggio, all’Olimpico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.