Omaggio alla squadra di casa: come gioca la Russia ai mondiali 2018

No Comments

 

La squadra di casa è la Russia per questa edizione dei mondiale, la 21esima per la precisione. la squadra di mister Cherchesov è una formazione che ci tiene a dimostrare tutte le proprie abilità dinanzi al proprio pubblico, anche però con la consapevolezza di non essere sicuramente tra le favoritissime. Manca di qualità rispetto alle big però il suo obiettivo minimo è almeno quello di superare la fase a giorni dell gruppo A, come si evince anche dalle statistiche su www.bookmakerstranierionline.com.  La rosa di Cherchesov dovrà fronteggiare l’assenza di alcuni top player per infortunio, una tra le più importanti quella del bomber Kokorin. Vediamo insieme la lista dei convocati e come potrebbe giocare la Russia i suoi mondiali 2018.

I punti di forza

Tanta l’importanza dei riflettori per molti giocatori di casa che puntano a fare bella figura in previsione di militare in club più prestigiosi. Tra questi il portiere Akinfeev, saracinesca con grande sperienza. Centrocampo di muscoli ma con poca qualità, che certamente si farà sentire durante i match importanti con le grandi squadre, ma la nazionale interna ha messo le sue speranze su Golvin, tra gli interessi di molte squadre europee. In attacco Smolov ha la grande responsabilità di segnare per portare la squadra agli ottavi e soprattutto di sostituire il rimpianto Kokorin.

La probabile formazione della Russia

Dunque, la Russia ai mondiali dovrebbe giocare con il modulo 3 5 2. Difesa a tre davanti al portiere Akinfeev con i titolari Granat, Kutepov e Kudryashov. A centrocampo Samedov e Zhirkov sull’esterno mentre al ruolo di regia ci siaranno Kuzyaev, Dzagoev e Golovin.  In attacco Smolov è un giocatore sicuro della maglia da titolare. Al suo fianco non è che ci siano delle grandi alternative. I gemelli Miranchuk e Dzyuba partono alla pari, vedremo partita dopo partita chi giocherà. L’importante è quello della bella figura e di onorare un mondiale che per la prima volta visita la nazione, questo spiegherebbe la scelta di modulo e la formazione bilanciata pensata da mister Cherchesov. Vedremo cosa sarà capace di fare la Russia.

 

Categories: Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *